Guida al download per principianti

Geekly Commenta

Mi capita spesso che mi si chieda come scaricare film o musica. Questa mini-guida vuole essere un aiuto per chi i torrent crede ancora che siano una variante di dolce natalizio. Ovviamente questo articolo è a solo scopo informativo, lunge da me incentivare il download di materiale non acquistato legalmente.
Ma a te che stai leggendo, interessa solo sapere come scaricare una copia di riserva del materiale che hai acquistato e che custodisci a casa con tanto di scontrino, non è vero?!
Esistono diversi modi per scaricare materiale dalla rete, qui vedremo i principali, semplicemente quelli che uso di più sono più diffusi: torrent e cyberlocker.
ps: se te lo stai chiedendo, no, non puoi usare queste tecniche dal tuo tablet o dal telefonino, devi farlo attraverso un computer.

TORRENT
La rete Torrent è una rete p2p. Significa sostanzialmente che i file vengono condivisi da un computer all’altro. In buona sostanza l’album del tuo artista preferito non lo scarichi da un sito, ma prelevandone pezzetti dal computer di ognuno che l’abbia scaricato prima di te e abbia deciso di condividerlo. Ovviamente questa procedura è tutta automatica e per utilizzarla hai bisogno innanzitutto di un client torrent come ad esempio uTorrent.
La comodità di usare la rete Torrent è che la nostra ricerca iniziale ci condurrà ad un file torrent, che pesa molto poco e si scarica in un attimo. Questo file contiene le informazioni e le coordinate su dove reperire ciò che cerchiamo, e dandolo in pasto a client come uTorrent inizierà il download, che cosa da non sottovalutare può anche essere stoppato e ripreso, oltre a velocizzarsi in base a quante persone in quel momento stanno condividendo ciò che noi stiamo cercando.

1) scarica un client come uTorrent (consiglio questo perchè molto semplice a patto di sapere perlomeno il significato di “the apple is on the table”)

2) cerca un file torrent. Per trovare un file torrent è sufficiente una ricerca Google. Un esempio pratico: scarichiamo il nuovo album di Jovanotti CC 2015 (Jova non me ne volere, io l’album l’ho comprato, ma stavolta proprio non ci siamo). Digita “jovanotti cc 2015 torrent”. La prima cosa importante per scaricare è saper cercare. Non servono frasi prolisse, basta specificare ciò che vogliamo in modo corretto. In questo caso è sufficiente l’artista, il titolo dell’album e naturalmente la parola “torrent” per ottenere una cosa simile a questa:
t1
3) I file torrent si trovano su diversi siti. È altrettanto importante scegliere il servizio corretto. Con il tempo imparerai a conoscere ed ad affezionarti ad alcuni poichè “più a botta sicura” di altri. In questo caso scelgo il terzo risultato: Kickass.
Ho iniziato ad usarlo perchè mi piaceva il nome e non mi ha quasi mai deluso.
Cliccando sul link ti troverai davanti ad una pagina simile a questa:
t2
4) Qui la cosa essenziale è sapere dove e cosa leggere e dove cliccare. Normalmente sui siti che offrono torrent, dovendosi mantenere in qualche modo è pieno di pubblicità e queste pubblicità per attirarti mettono sempre dei pulsantoni giganti con la scritta DOWNLOAD. Evita. Normalmente il pulsante che ti interessa è sempre in piccolo, il più delle volte una semplice scritta “download torrent”. Altra cosa importante prima di scaricare è avere un idea di quanti condividano ciò che cerchiamo. Questo è indicato attraverso il conteggio dei seeders e dei leechers (o peers). I primi sono le persone che hanno finito di scaricare la risorsa e la stanno condividendo. I secondi sono le persone che la stanno ancora scaricando, quindi, gliene potremo prelevare un pezzetto ma da loro non potremo sperare di completare il download. Viene da sè che maggiore sia il rapporto tra seeders e leechers minore sarà il tempo che impiegheremo a completare il download dell’album.
Cliccando su “download torrent” scaricherai un piccolissimo file con estensione .torrent
ATTENZIONE: il file si deve scaricare subito appena clicchi. Se vieni rediretto ad un’altra pagina, anche se ha un pulsante “download” torna indietro e riprova fino a quando non ti scarica il file con estensione .torrent e nient’altro.

5) “Butta” il file torrent all’interno di uTorrent, verrà visualizzata una schermata che ti informa di cosa stai per scaricare (anche se difficilmente, a volte può capitare di scaricare un file torrent che punta in realtà ad altro), è sufficiente dargli ok
t3

6) Il download partirà in automatico (ammesso e concesso che ci sia connessione internet) non appena troverà dei seeders disponibili. Una volta completato lo ritroverai in un apposita cartella (che puoi cambiare dalle preferenze) oppure cliccandoci sopra con il destro e selezionando “show in finder” (se hai Mac) oppure “show in explorer” (se hai Windows). Puoi decidere di cancellare ciò che hai scaricato oppure lasciarlo eticamente disponibile per altri diventando a tua volta un seeder.

t4
CYBERLOCKER
Sono servizi di file hosting, per farla breve un sito dove vengono archiviati file per poter essere condivisi e scaricati. Attraverso una ricerca ad esempio con Google oppure attraverso un forum arriveremo ad ottenere alcuni indirizzi di file. Facciamo un esempio pratico: cerchiamo di scaricare il film SnowPiercer, perchè proprio questo? Non saprei, forse una piccola vendetta per il fatto che mi è rimasto impresso per la sua bruttezza.
Non mi stancherò mai di ribadire che per poter scaricare ciò che vuoi è innanzitutto importate saper fare ricerche in modo corretto.

1) Scrivi “snowpiercer ita download”. Come vedi semplicemente tre parole: non ho specificato se si tratti di film o meno, poichè è abbastanza famoso e recente, ho aggiunto “ita” poichè immagino lo si stia cercando in italiano, e “download” perchè mi sembra abbastanza ovvio.
Il primo risultato che si ottiene alla data in cui scrivo è questo:
cl1

Anche qui ribadisco che è altrettanto importante sapere riconoscere un sito che realmente ti porti a qualcosa di concreto da un sito “fuffa” pieno solo di pubblicità. Purtroppo non ci sono delle linee guida su questo aspetto e lo si impara con l’esperienza (non è proprio vero, ma non è proprio semplice da spiegare, ci sono talmente tante cose che sarebbe materiale per un articolo e non ho voglia di spiegartelo oggi).

2) Cliccando sul link ti trovi davanti la pagina  del film ed una marea di pubblicità e bottoni. Evita tutti quelli con scritto DOWNLOAD bello grosso, o colorato o visibile, sono specchietti per le allodole e ti porteranno in un girone infernale di inutili pagine che vogliono venderti qualcosa. Scendi fino a trovare dei discreti link tipo questi:
cl2

3) A meno che tu voglia vederlo in streaming, ciò che ti interessa è la sezione download che rimanda a dei file di diversi servizi hosting. Scegliene uno, quello di cui preferisci il nome, anche qui con il tempo ti farai delle preferenze. Vengono messi diversi servizi che puntano alla stessa cosa perchè i file che vengono cancellati o i servizi che vengono chiusi sono all’ordine del giorno.
ATTENZIONE: molte volte cliccando su di un link si viene mandati a qualcosa che non c’entra nulla, altre pubblicità, magari persino con la scritta “download” che tentano di farvi scaricare sporcizia, malware o semplicemente spillarvi dei soldi con simpatici servizi di suonerie. Ciò che devi fare è, se ad esempio hai scelto di utilizzare il link di Rapidgator, aspettarti una pagina di Rapidgator; se non lo è chiudila e clicca di nuovo sul link, fallo sino a quando ti ritroverai una cosa simile:

cl3
N.B.: a volte prima di arrivare alla pagina con l’effetivo link di download può anche capitare che ti si apra una pagina si pubblicitaria ma che non è necessariamente da chiudere: normalmente questo tipo di pagine le riconosci poichè in alto a destra hanno un pulsante con scritto qualcosa di simile a “skip this ad” (salta questa pubblicità) preceduto da un conto alla rovescia.

4) Ora hai due possibilità: scaricare direttamente il file in modo gratuito scegliendo l’opzione che normalmente viene descritta in modo sconsolante (tipo slow download) ma sempre contraddistinta dalla parola “free”, oppure iscriverti ad un abbonamento al servizio e scaricare più velocemente. Visto e considerato che non penso che ciò che cercherai sarà sempre disponibile sul medesimo servizio di file hosting, puoi immaginare quale sia la scelta da fare. Una volta partito il download normalmente non è possibile in questo tipo di servizi avviarne un altro contemporaneamente (nell’esempio specifico di questo articolo, il secondo tempo di SnowPiercer) per cui devi attendere che il download sia completato e ricominciare dal punto 3.

Esiste anche un altra possibilità: utilizzare un software che lo faccia per noi, come jDownloader. Questo piccolo client  permette di aggiungere tutti i link che vogliamo, e pensa lui alle code, a scaricarne uno alla volta e altre funzioni utili e molto comode. Non devi far altro, una volta raggiunta la pagina del servizio di hosting tipo Rapidgator, al posto di cliccare su “free download” (che ti verrebbe negato se stessi già scaricando qualcosa) copiare l’url dalla barra degli indirizzi e incollarlo all’interno di jDownloader.

APPROFONDIMENTO: In realtà molte volte i link sono interscambiabili (e normalmente quando lo sono è segnalato) ciò significa che potete scaricarne il primo tempo da Rapidgator, per esempio, ed il secondo da NowDownload.  Sembrerebbe abbastanza ovvia questa cosa, ma in realtà nel 99% dei casi qualunque cosa si scarichi è compattata in .zip o .rar e divisa poi in diverse parti che devono terminati i download essere ricomposte in un unica cartella. La cosa avviene in automatico ma vien da sè che se sono parti di file divise da persone differenti non funzionerà la cosa. Per cui sempre meglio scaricare le parti dallo stesso servizio se non specificato diversamente.

Spero ti sia stato utile, e mi raccomando se un opera ti piace a meno che sia gigi d’alessio acquistala.

Dì la tua